Veterinario comportamentalista o educatore cinofilo?

Veterinario comportamentalista o educatore cinofilo?

Veterinario comportamentalista o educatore cinofilo?

Il caso di Billy

Quattro giorni fa ho visitato Billy, un meticcio che all’età di circa un anno e mezzo ha iniziato a mostrarsi aggressivo verso ospiti ed estranei  incrociati a passeggio.

I proprietari, una giovane coppia, non sapendo se rivolgersi ad un veterinario comportamentalista o a un educatore cinofilo, consigliati da un amico, si rivolgono a un consulente che attribuisce l’aggressività di Billy  ai vizi a cui loro l’hanno abituato e al non essersi mai imposti come veri capobranco.

Il consulente pertanto gli propone:

  • una serie di esercizi addestrativi,
  • divieto di coccolare Billy e di rimproverarlo a ogni sua disobbedienza
  • di colpirlo con un piccolo frustino in caso di aggressività.

Fiduciosi ma dispiaciuti, i proprietari di Billy seguono le prescrizioni ricevute.

Dopo 2 settimane

Dopo 2 settimane, proprio in occasione di una passeggiata, Billy va in aggressività alla vista di un ciclista.

Colpito quindi dal proprietario, questa volta il cane reagisce attaccandolo e costringendolo a recarsi poi al pronto soccorso.

Come da protocollo, in ospedale scatta la segnalazione al servizio veterinario dell’Asl cherichiede la visita comportamentale ed è a quel punto che vengo contattato dai proprietari.

 

L’intervento del comportamentalista

Non entro nel merito delle dinamiche del precedente “percorso”.

Come medico veterinario comportamentalista, ogni giorno visito cani in difficoltà:

  • ansia da separazione;
  • paure;
  • fobie;
  • aggressività.

Sono problemi che mettono in difficoltà anche i proprietari e la loro vita sociale

Ti posso dire che è stato un piacere aiutare Billy e la sua famiglia quando hanno deciso di affidarsi ai miei programmi di riabilitazione comportamentale.

I programmi comportamentali si basano su evidenze scientifiche e non su dubbie esperienze e grossolani errori che non fanno altro che peggiorare la situazione e compromettere il rapporto uomo-cane e il benessere dei nostri amici a 4 zampe.

Se ti stai chiedendo che fine ha fatto l’esperto a cui si erano rivolti… purtroppo continua a svolgere la sua attività, usando stressanti metodi coercitivi sui cani, malgrado le varie segnalazioni fatte a chi di dovere.

 

Facciamo chiarezza, una volte per tutte:

Addestratori / Educatori cinofili in cosa sono esperti? 

L’addestratore ha tra i suoi compiti quello d’insegnare al cane esercizi (come seduto, terra, resta etc); può anche preparare il cane alle prove zootecniche.

Come l’educatore cinofilo, l’addestratore può fornire indicazioni anche sulla relazione tra cane e proprietario e sulla educazione, possono entrambi, tenere corsi per educatori cinofili o addestratori.

A volte, può aiutare nella gestione di alcuni piccoli problemi comportamentali ma non può occuparsi di patologie comportamentali senza la supervisione del medico veterinario comportamentalista, poiché tali situazioni rientrano nell’ambito di competenza del medico veterinario, vista la complessità e le possibili concause di natura medica.

L’addestratore e l’educatore cinofilo non possiedono i requisiti e la preparazione per fare diagnosi e riabilitazione comportamentale di un cane con patologie comportamentali.

Come in tutti i settori anche in quello della cinofilia esistono professionisti e pseudo-esperti. 

Tra i miei collaboratori ci sono educatori e addestratori cinofili molto competenti ma spesso, purtroppo, mi imbatto anche in cialtroni che hanno “preso in giro i proprietari”.


Ancora un suggerimento

Diffida di consigli di altri proprietari che con l’intento di aiutarti potrebbero darti indicazioni errate.
Solo perché hanno cani o ne hanno avuti, non significa che conoscano realmente la materia. 

A questo punto, io sarei un esperto meccanico perché ho sempre avuto macchine. 

Ti fideresti di me per la revisione della tua auto? 

Non credo.

Applica questo principio anche al mondo della cinofilia.

 

Un corso gratuito per divulgare la conoscenza 

Per aumentare la capacità dei proprietari di capire il proprio animale ho realizzato un video corso gratuito.

L’obiettivo è quello di fare chiarezza, permetterti di comprendere meglio i problemi comportamentali del tuo amico a 4 zampe e di prendere le corrette decisioni.

Puoi accedere iscrivendoti da questa pagina: https://www.petsmind.it/corso-gratuito

Il corso è completamente gratuito. 

 

Condividi questo articolo con altri proprietari

È l’occasione per aiutare cani e  famiglie che non sanno come comportarsi o sono nelle mani di persone non qualificate.

A presto

Doc Rendini

 

Questo argomento ti interessa e vuoi approfondire?

Qui trovi una serie di risorse realizzate da me, medico veterinario comportamentalista.

Potranno esserti molto utili per orientarti in un universo di informazioni spesso confusionarie e disorganizzate:

Hai un cucciolo? Ecco la guida perfetta per crescerlo nel migliore dei modi, costruendo un’amicizia meravigliosa: ecco il link

Lo sapevi che l’alimentazione è uno dei motivi che influisce sul comportamento del tuo amico a 4 zampe?
Così come per una macchina, anche per un essere vivente, il nutrimento è fonte di qualità di vita e serenità.
Qui trovi la guida per scoprire tutto quello che devi sapere per prenderti cura, con semplicità, dell’alimentazione del tuo cane.

Se ti interessa il mio lavoro di medico veterinario comportamentalista, qui trovi un libro con 10 casi che ho trattato in questi ultimi anni.