Problemi comportamentali: le ho provate tutte

Diego Rendini
8 February 2020

Problemi comportamentali: le ho provate tutte

Mi capita molto frequentemente di essere contattato da proprietari di cani e gatti che mi riferiscono di averle già provate tutte senza mai arrivare a qualche risultato.

Devo ammettere che a volte, se si tratta di casi molto complessi, è normale che i risultati arrivino gradualmente ma mi rendo conto, soprattutto svolgendo molti secondi pareri, che la realtà è spesso un’altra. Alcuni addetti ai lavori tendono infatti a concentrarsi sul sintomo e non sulla causa.

Provo a spiegarmi: se un cane tira al guinzaglio le motivazioni possono essere tante. Ovviamente a seconda della motivazione ci saranno delle soluzioni diverse.

Se però, come spesso noto, l’intervento comportamentale non tiene conto delle possibili cause ma si sofferma solo sull’eliminare il sintomo sarà molto probabile un insuccesso. In medicina veterinaria se un cane tossisce, la prima cosa da mettere in atto è una visita finalizzata a comprenderne le cause e quindi a emettere una diagnosi; potrebbe trattarsi di tracheite, bronchite, polmonite e allora si potrebbe pensare a una terapia antinfiammatoria e antibiotica; ma se invece questa tosse fosse la conseguenza di un’allergia o fosse causata da un problema cardiaco o ancora da una massa tumorale ecco allora che le suddette terapie potrebbero essere insufficienti o addirittura controindicate. Pertanto al fine di individuare la soluzione migliore non dovrò focalizzarmi solo sul sintomo ma sulla natura sottostante di tale sintomo.

Ad esempio nel suddetto caso del cane che tira al guinzaglio, le motivazioni possono essere varie tra cui

a)un deficit di autocontrollo,

b) uno stato fobico o ansioso (paure) nei confronti degli stimoli sociali (cani e persone) o ambientali ( oggetti e rumori) che incontra ogni volta durante la passeggiata,

c) mancata abituazione ad andare al guinzaglio/diseducazione,

d) relazione conflittuale verso chi lo conduce a passeggio e altre ancora; a questo punto, una volta individuata la reale causa del tirare al guinzaglio si selezionerà il programma specifico.

Se invece si penserà solo a proporre i classici esercizi di condotta al guinzaglio molto probabilmente non verrà risolto il problema. Se vogliamo aiutare i nostri cani e gatti non serve provarle tutte, serve solo trovare quella giusta per loro!

Diego Rendini Sono un Veterinario per passione! Il mio amore per gli animali cresce ogni volta che il mio sguardo incrocia quello di un Amico a 4 zampe… Lo guardo e lo sento, lo capisco, riesco ad entrare in empatia coi suoi sentimenti, i suoi bisogni, le sue sofferenze.